Ci si chiede sempre: Sott’olio o al Naturale.

Prima risposta; meglio lo Sgombro. Lo so, spiazza, ma è cosi.

In ogni caso è una buona abitudine consumare il pesce . Meglio fresco o surgelato, pescato e non di allevamento, eventualmente in vetro e non in lattina.

Ma veniamo alla domanda: Sott’olio o al Naturale?

Entrambi i metodi di conservazione portano con se degli aspetti da valutare:

Il Tonno al Naturale preserva molte caratteristiche di origine, apporta meno grassi (ma certamente sono presenti gli omega3) ma contiene una GRANDE QUANTITÀ’ di SALE a causa dal metodo di conservazione.

Il Tonno Sott’olio per contro, apporta meno sale ma … l’olio di per sé non è un problema. Il vero delitto è che lo gettiamo. Mi spiego:

Gli Omega 3 sono grassi perciò liposolubili, cioè si sciolgono nel grasso. Nei giorni o mesi in cui il Tonno in vetro o in scatola sta a contatto con l’olio di governo (l’olio in cui è immerso) cede gli omega 3.

Dal tonno si mischiano e si sciolgono nell’olio di conservazione. Noi aspiranti modelli e modelle apriamo la scatola e .. cosa facciamo?

Gettiamo l’olio assieme ai nostri utilissimi Omega3!

Disastro.

Consiglio. ALTERNIAMO SEMPRE ciò che mangiamo.

Non solo Tonno ma anche Sgombro e Sardina.

Più spesso al Naturale (occhio al sale!).

Anche Sott’olio ma … con Olio di BUONISSIMA QUALITÀ che DEVE essere tenuto e consumato e non gettato assieme ai nostri utilissimi Omega3.

 

Ricci dott. Massimo

Biologo Nutrizionista