Anna ha cominciato così.

Non era grassa, ma, da un po’ di tempo i jeans, che fino a qualche mese fa indossava senza problemi, entravano a malapena e una volta chiusi facevano salami da tutte le parti.

“Eh che cavolo, non sono neppure in menopausa, e già mi va tutto stretto; da domani rimedio subito”

Così Anna, sicura (come tanti) dei luoghi comuni, decide di eliminare dalla sua dieta pane e pasta e di andare a correre tutte le mattine. Per la verità all’inizio non è proprio che correva (non si allenava da un sacco di tempo!) comunque aveva deciso di cominciare alternando la corsa con la camminata veloce.

In pochi giorni l’ago della bilancia le aveva dato ragione: -3kg in una settimana. Anna era felice.

Il sabato sera di quella prima settimana di rinunce e sveglie all’alba ha l’occasione di uscire a cena per una rimpatriata tra vecchie amiche. Ovviamente pizza. Anna non vuole fare la figura della perfettina sempre a dieta e si concede la pizza (com’è giusto che sia). Il giorno dopo sale sulla bilancia e ha di nuovo riacquistato 2 kg.

E’ l’errore più comune di chiunque decida in autonomia di rimettersi in forma.

“Da domani elimino pane e pasta”

“Da domani vado a correre ogni giorno”

E’ vero che dopo pochi giorni vedrai scendere l’ago della bilancia, ma sarai davvero dimagrita?

Dimagrire significa perdere/eliminare massa grassa cioè quello strato di tessuto adiposo che non serve, che è di troppo (nemmeno tutta la massa grassa va eliminata!).

Si può perdere peso molto facilmente senza minimamente intaccare la massa grassa, purtroppo.

Ecco, molto semplificato, cosa succede al nostro corpo.

Per muoverci abbiamo bisogno del carburante, come le auto. Il nostro carburante sono i carboidrati: il pane e la pasta, ma anche la frutta e le patate.

Eliminare alcuni alimenti a priori e pensare che saltare i pasti sia un buon metodo per pareggiare i conti dopo qualche sgarro o accelerare il dimagrimento: ecco, niente di più sbagliato!!

Quando eliminiamo i carboidrati il nostro organismo, che è molto intelligente, non si scomoda a cercare l’energia nelle cellule adipose.

E’ troppo complicato, è una perdita di tempo e di risorse inutili.

E’ un po’ come svuotare la cantina di un accumulatore seriale.

Dovrebbe:

  1. cercare le chiavi (ad esempio aumentando molto la temperatura per rendere le pareti degli adopociti permeabili)
  2. portare fuori ciò che è più inutile (i trigliceridi o gli acidi grassi in eccesso ad esempio)
  3. trovare uno spazio all’esterno dove lasciarli momentaneamente (una volta fuori dalla cellula ospite sono comunque scorie da smaltire, non è sufficiente “portarli fuori”)
  4. organizzare velocemente l’utilizzo della maggior parte e lo smaltimento di ciò che non riesce a utilizzare.

Un lavoro complicato e lungo. Perciò, il nostro organismo preferisce non sprecare risorse inutili. La priorità è sopravvivere quindi prende l’energia necessaria prima dalle riserve di glicogeno (che in una situazione di salute ed equilibrio dovrebbero rimanere tali) e subito dopo dai muscoli che invece sono la nostra massa magra. Ma bruciare massa magra è il peggio che ci possa capitare.

Meno massa magra = rallentamento del metabolismo.

Sfatiamo un mito: NON ESISTE UN METABOLISMO LENTO DI NATURA, esiste che il metabolismo venga “fatto rallentare” mangiando poco e allenandosi nel modo sbagliato.

“Se vado a correre tutti i giorni mi rimodello sicuro”

Sbagliato!! L’allenamento aerobico (corsa, spinning, ellittica, bike) sicuramente aiuta a mantenere in salute ed efficienza cuore e polmoni, ma non è la cosa più adatta per velocizzare il dimagrimento.

Il nostro corpo oltretutto ha bisogno di tempi di riposo e tempi di recupero per costruire massa magra. Allenarsi tutti i giorni non è propriamente utile. Il muscolo non “cresce” durante l’allenamento ma durante il riposo successivo. E’ fondamentale dormire a sufficienza la notte e dare il tempo alle fibre muscolari di ripristinarsi completamente prima di sottoporle a un nuovo sforzo.

Infine mangiare poco e allenarsi tanto mette l’organismo fortemente sotto stress.

Lo stress aumenta i livelli di cortisolo (detto appunto ormone dello stress).

Il cortisolo è acerrimo nemico del dimagrimento perchè è in grado di attivare il catabolismo proteico e stimolare la litogenesi localizzata. Cosa significa? Significa che consuma i nostri stessi muscoli (la massa magra tanto importante) e favorisce gli odiosi cuscinetti adiposi localizzati, non solo tutto il tessuto perde di tono e compattezza e ti ritrovi con la “pelle pendula”.

Ma allora come si fa a dimagrire e rimodellare?

Non esiste un’unica formula magica che vale per tutti. Però… C’è un però. Una regola che accomuna tutte le persone che cercano di rimettersi in forma esiste.

Devi sapere che, quando vogliamo che il nostro organismo si “alleggerisca”, dieta e allenamento mettono in circolo scorie e tossine che in qualche modo devono essere eliminate. Siccome l’adipe non evapora, il nostro corpo deve “smaltirla” e può farlo solo in due modi: utilizzandola in parte come “carburante” e in parte eliminandola attraverso gli organi emuntori.

Chi deve occuparsi di trasportare tutti questi scarti agli organi emuntori è il nostro sistema linfatico che è deputato a raccogliere fisicamente le scorie e le tossine quindi anche la ciccia in più.

Se il sistema linfatico è rallentato e inefficiente sarà molto più difficile dimagrire.

In questo può aiutarti un’estetista esperta. L’unica figura professionale che “si prende cura” del sistema linfatico sano.  Sì, perchè i capillari linfatici sono molto superficiali, corrono nel sottocute ed essendo permeabili sono in grado di ottenere benefici significativi da manualità e trattamenti specifici.

Quelli giusti però. Un massaggio linfodrenante fatto male può creare più danni che vantaggi, ma non è neppure detto che sia la soluzione adatta a te.

“E io come faccio a saperlo? ” Dirai tu.

Conoscendoti a fondo. Solo così non farai più scelte sbagliate e saprai esattamente cosa fare.

Decidere di volersi bene, rimettersi in forma e migliorare la propria percezione di sè è la DIREZIONE giusta, ma le indicazioni sono talmente tante che rischi di perdere un sacco di altro tempo e denaro prendendo le strade a caso. NON tutte le strade portano a Roma!😉

Noi possiamo darti la MAPPA. 🗺

Prenotando la tua Consulenza Integrata  avrai fra le mani la mappa per raggiungere i tuoi obiettivi, senza sbagliare più.

Vai alla pagina della Consulenza Integrata per saperne di più.

 

Cinzia – Ideatrice del metodo Palestetica